Strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva dai 4 ai 7 anni

Strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva dai 4 ai 7 anni

Strategie per allenare un figlio all'intelligenza emotiva dai 4 ai 7 anni

 

Strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva

All’età di quattro anni, ogni bambino inizia a conoscere il mondo esterno, imparando tante cose nuove ed eccitanti. Nuovi amici, iniziano la scuola, vedono ambienti differenti, ma nel contempo si profilano nuove sfide. Per vincere queste sfide il tuo bambino deve imparare a implementare la sua capacità di dominare le emozioni. A questa età, infatti, ogni figlio deve assolvere ad uno dei maggiori compiti evolutivi, ovvero imparare a inibire i comportamenti inopportuni, concentrandosi e organizzandosi. Se vuoi essere un bravo genitore e aiutare il tuo bambino in questo periodo della sua vita, è d’obbligo conoscere alcune strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva.

 

 
 

Strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva: prima strategia

Prima strategia: il tempo dell’amicizia In nessun altro contesto come nei rapporti con i compagni, i bambini sviluppano la capacità di dominare le proprie emozioni. Con i propri amici imparano a comunicare con chiarezza, a scambiare informazioni, a chiarire i messaggi che inviano quando non vengono capiti, a giocare a turno, a condividere le cose, ad avere una base comune per il gioco, a vivere contrasti e risolverli, a capire sentimenti e desideri altrui. Capisci, quindi, quanto l’amicizia sia un terreno fertile per lo sviluppo emotivo. Un bravo genitore-allenatore, per allenare il proprio figlio alle strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva dai 4 ai 7 anni, deve incoraggiarlo a trascorrere molto tempo libero con i propri amichetti. Anche un bambino piccolo, nonostante le errate convinzioni culturali, può formare legami forti e duraturi con altri bimbi. Pertanto tu, genitore, aiutalo e prendi sul serio questi momenti ludici, organizzali e cerca lunghi momenti in cui il tuo bimbo gioca con un amico/a.

 

 

Strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva: seconda strategia

Seconda strategia: gioco di coppia A questa età, in genere, i bambini giocano meglio in coppia. Questa attitudine dipende dal fatto che dai quattro ai sette anni, spesso, i bimbi faticano a capire come gestire più di un rapporto per volta. Hai mai assistito alla scena di due bimbi, che ne respingono un terzo, che si avvicina per giocare con loro? È utile ricordare quanto, un simile atteggiamento, non è provocato da un’indole cattiva del bimbo, semplicemente deve essere tradotto quale modo che il piccolo ha per proteggere il gioco che ha costruito in coppia. Quel momento di negazione verso un altro bambino, evidenzia l’incapacità di tuo figlio di esprimere a parole e in modo verbale adeguato, la venuta del terzo bambino. Mi spiego meglio; il bambino per allontanare la minaccia, cioè il terzo bimbo, solitamente ricorre a tattiche dure e brutali per non perdere l’intimità che ha stabilito inizialmente. Qual’è, allora, il modo migliore per reagire, quando vediamo nostro figlio che esclude dal gioco un terzo bambino? Quali sono le strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva dai 4 ai 7 anni ?
Insegnali a intrattenere i rapporti sociali in modo gentile; installa in lui il valore della gentilezza e l’attenzione ai sentimenti altrui. Tuo figlio deve sapere cosa fare e cosa dire quando deve spiegare la situazione al terzo bimbo. Ti faccio un esempio della risposta che potresti potresti insegnarli  quando si trova in quella situazione “Ora voglio giocare da solo con (…ipotizzo) Luca. Dopo però, spero di poter giocare insieme a te”.
Se è vostro figlio a rimanere escluso, imparate invece a vedere e riconoscere i suoi sentimenti. Aiutatelo con frasi come “Tesoro capisco che puoi sentirti arrabbiato, puoi però invitare un altro/a bambino/a a giocare con te” oppure “Devi sapere che è normale sentirsi tristi, anche a me è successo, cosa dici di trovare un gioco che puoi fare da solo per adesso? “. Questo aiuterà il bambino a riconoscere l’emozione che sta provando ma nel contempo viverla in modo efficace.

 

 

Strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva: terza strategia

Terza strategia: i giochi di fantasia I bambini in questo periodo imparano a innalzare il proprio livello creativo, svolgendo giochi di fantasia. Le tensioni, i problemi della vita quotidiana, le varie forme di ansia, in questo momento di crescita del bambino, trovano risoluzione attraverso la fantasia. Questa è una delle più importanti ed efficaci strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva.
Ogni bambino dai 4 ai 7 anni, simula mentre gioca e questa capacità-gioco mentale, facilita il suo sviluppo emotivo, aiutandolo anche a evocare i sentimenti repressi che può avere dentro di sé o a fare i conti con le sue forme di ansia. Poiché la fantasia permette di accedere ai pensieri e alle preoccupazioni del bimbo, un’ottima strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva, è quella di giocare con il proprio figlio e simulare delle situazioni di vita concreta. Durante il gioco cerca di incoraggiare l’esplorazione dei sentimenti, accogli ciò che dice e fai attenzione alle sue emozioni, poi offri rassicurazioni. Spesso durante i giochi di simulazione il bimbo porta un’emozione che vuole condividere, perché si sente al sicuro e vuole esplorare ciò che sente. Accompagnalo nel suo percorso. Di seguito trovi un esempio di gioco.

 

 
Bimba: Questa farfallina non ha i genitori, loro non la vogliono
Papà: La mamma e il papà della farfallina se ne sono andati?
Bimba: Si, sono andati via
Papà: Torneranno da lei?
Bimba: No
Papà: Come mai amore non torneranno dalla loro farfallina
Bimba: Perché lei è stata cattiva
Papà: Che cosa faceva?
Bimba: Era arrabbiata con la mamma
Papà: Amore penso che ogni tanto sia normale arrabbiarsi con la mamma, ma loro torneranno
Bimba: Si, eccoli, stanno tornando
Papà: Sai amore tu ti sei arrabbiata, ma anch’io ogni tanto mi arrabbio, è normale
Bimba: Lo so

 

 

Strategie per allenare un figlio alla intelligenza emotiva – Dott.ssa Giada Ave Psicologa

 

Curare l'ansia San Donà di Piave:

 

 

 

Altri articoli interessanti

Intelligenza emotiva come allenare il tuo bambino da 1 a 3 anni

Intelligenza emotiva come allenare il tuo bambino dai 9 ai 12 mesi

Intelligenza emotiva come allenare il tuo bambino dai 6 agli 8 mesi

 
Dott.ssa
Contattami

Vuoi una consulenza, una informazione, oppure semplicemente salutarmi? Compila il form!

Start typing and press Enter to search

Intelligenza emotiva come allenare il tuo bambino da 1 a 3 anniRicominciare da se stessi