Come gestire un attacco di panico

Per comprendere come gestire un attacco di panico dobbiamo comprendere anche che il panico arriva perché ha qualcosa da dirci. Spesso chi soffre di panico è una persona che controlla molto la sua vita e il suo essere, che sente di vivere in una dimensione di costrizione, dentro un perimetro che non non lo fa vivere bene. E il panico arriva per far luce su qualcosa che dobbiamo modificare e nonostante quei momenti sembrino eterni e indissolubili, in realtà durano di solito alcuni minuti.

 

Come gestire un attacco di panico

Pochi minuti che causano una considerevole angoscia che si protrae anche dopo l’attacco stesso.  Oggi voglio fare con voi un piccolo esercizio, per bloccare l’attacco.  Voglio insegnarti una modalità respiratoria, che non cancella l’angoscia di quel momento, ma blocca in modo consistente l’attacco vero e proprio. Il metodo, denominato “4-7-8”, è basato interamente sul respiro e su come modularlo. Esatto, respirazione e gestione del ciclo d’aria!

La tecnica è basata su un’antica pratica indiana chiamata pranayama che significa “controllo ritmico del respiro”. La quantità extra di ossigeno che passa attraverso il corpo ha un effetto rilassante sul sistema nervoso parasimpatico e aiuta il soggetto a sentirsi più calmo e consente a chi lo utilizza, di allontanare i pensieri negativi e di sentirsi più connesso con il proprio corpo. Nel video ti spiego nel dettaglio come farlo ed eseguiamo insieme la tecnica.

come gestire un attacco di panico

 

Ricorda, come un gioco o una attività fisica, devi allenarti per poter padroneggiare questo esercizio respiratorio. Il metodo denominato “4-7-8”, ti ricordo non cancella l’angoscia che viviamo nei momenti in cui sentiamo salire il panico e la paura, ma blocca in modo consistente l’attacco vero e proprio. Allenati a respirare in questo modo e utilizza l’esercizio anche nel momento in cui ti corichi a letto per dormire. Dr.ssa Ave Giada Psicologa

 

 

Leggi i miei post giornalieri su Instagram

Ansia e paura, Psicologo San Donà di Piave, Dr.ssa Giada Ave

 

 

 

 

 

litigare secondo le regole