Ansia ansia ansia: un metodo terapeutico efficace per capirla e superarla

Ansia ansia ansia e ancora ansia… si perchè ogni singolo giorno c’è qualcuno che fa esperienza di un momento di questo tipo o di un attacco di panico.

Mentre io sono qui che scrivo, tu sei qui che leggi, chissà dove nel mondo, magari nel mio stesso paesino o a pochi chilometri da te, stai sicuro esserci qualcuno con lo stomaco sottosopra o in balia di un attacco di panico.

E sappiamo bene quanto questo mood sia difficile, incontrollabile, pauroso.

Incomprensibile al punto da sopraffarci.

Dico incontrollabile e forte da sopraffare chi ne è vittima in quanto chi solitamente accusa l’ansia o la esperisce nella propria vita, come detto e ridetto, non “conosce” molte cose di se stesso e della propria vita (ok, so che se mi segui lo sai già, ma è sempre bene sottolinearlo).

Oggi non voglio raccontarti nuovamente le caratteristiche di chi è ansioso o altre mille informazioni già dette però, semmai questo è un articolo in cui voglio raccontarti di una specifica tecnica terapeutica, che aiuta chi soffre di ansia.

 

 

Il metodo terapeutico in questione è la “Procedura terapeutica dell’ansia di Barlow e Craske”.

 

 

 

 

 

VEDIAMOCI OGNI GIORNO, NON PERDIAMOCI DI VISTA

ISCRIVITI NEL MIO CANALE

 

 

 

 

Cos’è il metodo di Barlow e Craske

Bene, focalizziamoci su questo metodo.

Oltre alla terapia EMDR che io utilizzo spesso con i miei pazienti, credo all’inizio di ogni percorso sia utile fare a chi sta male, a chi chiede aiuto, un po’ di  PSICOEDUCAZIONE.

La psicoeducazione praticamente aiuta a capire il disturbo, indipendentemente da quello che accade a te nello specifico.

Come tu ti fossi messo in testa di fare una torta per un matrimonio e capisci dover conoscere alcune basi della pasticceria al fine di presentare una cosa oltre che bella, buona, per l’ansia e il disturbo di panico è la stessa cosa.

Il metodo di Barlow e Craske fa questo; diciamo essere una psicoterapia basata su spiegazioni e miglioramento della propria consapevolezza.

 

 

Molte volte sono proprio le nostre convinzioni assurde a portarci ad avere paura e a temere accadano cose bruttissime e pericolose, ancor più se trattasi di ansia e attacchi di panico.

Per per portare chi ne soffre a stare nuovamente bene, la terapia ti aiuta a comprendere la natura dell’ansia e di come tu la gestisci.

La procedura in questione poi è incentrata su sessioni che trattano temi sull’ansia:

– per implementare il “significato evolutivo e adattivo”

– al fine di acquisire capacità di problem solving e tecniche comportamentali con cui fronteggiare i momenti ansiosi

– per rielaborare in chiave adattiva e normalizzante, quello che accade nei tuoi brutti momenti

 

 

 

 


 

 

Se vuoi altre info dettagliate, guarda questo video GRATIS, fa parte del mio videocorso “Stop Ansia e Panico”

 

 

Nel caso in cui volessi vedere il resto, CLICCA QUI

inserisci la tua e-mail, hai i video GRATIS del corso

 

 


 

 

 

 

Esempio del metodo Barlow e Craske

Di seguito 2 foto esempio del metodo, che credo ti saranno utilissime!

Queste pagine (pp. 31 e 35 del libro Craske, Barlow, 2001) sono una trascrizione di esempio, di una conversazione che può avvenire durante la tecnica terapeutica che ti descrivevo, tra terapeuta e paziente.

In questo caso noterai come il terapeuta RIELABORA a livello cognitivo e in modo più adattivo, le idee e i pensieri disfunzionali che la persona ha creato dentro di se’.

 

 

 

                                           

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo è un classico esempio di terapia psicoeducativa.

Se noti la terapia è un modo attraverso il quale tornare con i piedi per terra, non rimanendo in balia delle emozioni brutte.

Questa tecnica aiuta a capire meglio la natura dei fenomeni sintomatici che vivi, e aggiunge alla tua visione, una sfumatura molto meno catastrofica, più reale e positiva del problema.

 

 

 

Facendo questo si crea dentro di te uno spazio. Non vedendo solo il brutto e la paura, si possono cercare delle soluzioni, tra cui la gestione attraverso tecniche di tipo comportamentale o cognitivo, dei momenti che ti fanno stare male o agitarti.

Ah, se trovi tutto questo complicato è normale. 

Prendi però queste informazioni come un punto da cui iniziare per conoscerti meglio.

 

 

 

Riflettici, rileggi le foto che ti ho inserito, pensa ai tuoi momenti e cerca di dargli nuove interpretazioni e allargare la tua visione.

Nel caso in cui da solo non riuscissi ad andare oltre, chiedimi aiuto, sarò felice di aiutarti e vederti in una call su skype.

 

Se avessi bisogno di altre informazioni vai nel mio canale Youtube, troverai molti video specifici sull’ansiaclicca qui

 

Io, in caso, ti aspetto nei miei corsi  (ebook e corsi, li trovi tutti cliccando su questo link> LINK)

Non mollare e inizia a ricreare il tuo OGGI. 

Un abbraccio. AG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0