Autostima San Donà di Piave

 

Cos’è l’autostima

Metti insieme attitudini personali, il riconoscere valore e apprezzare se stessi, rispettarsi… questo è sinonimo di autostima. L’autostima deriva da una esperienza interiore e fornisce sicurezza e autonomia. Avere autostima è fondamentale per un buon equilibrio, al punto che quando l’autostima è positiva, ci sentiamo bene e affrontiamo le difficoltà delle vita, abbiamo capacità di gestione e di scelta. Nei casi in cui, invece, l’autostima è negativa, in noi si generano sentimenti negativi, insicurezza, dolori, e generiamo auto-sabotaggi e auto-distruzioni.

 

I pilastri dell’autostima

Devi sapere che l’Autostima poggia su 3 pilastri:

  1. Autostima> amor proprio: amore incondizionato, in cui non vi è autovalutazione ma auto-accettazione. Devi essere consapevole delle tue imperfezioni, accettare le mancanze e le carenze con indulgenza
  2. Autostima> immagine di sé: è la percezione delle proprie qualità, la conoscenza di se stessi e dei difetti. Una visione negativa indebolisce le nostre difese e viene meno il diritto di felicità personale
  3. Autostima> fiducia di base: motore per superare le prove della vita, consapevolezza delle proprie capacità, risorse, necessarie e presenti per vincere

Queste tre componenti dell’Autostima, sono generalmente interdipendenti: l’amore di sé facilita una visione positiva di sé, pertanto il credere nelle proprie capacità e il sapersi proiettare nel futuro, a sua volta, influenza favorevolmente la fiducia in se stessi al punto che prender decisioni e agire, sono operazioni che vengono svolte senza eccessivi timori e paure di eventuali insuccessi o giudizi altrui. Nella propria vita capita, tuttavia, che questi aspetti siano dissociati, non sempre presenti contemporaneamente o non presenti in maniera sufficientemente stabile. Questo rende vulnerabile non solo la propria stima ma la persona stessa.

 

Autostima: dove nasce l’autostima

L’Autostima nasce nella mente, è un prodotto che si costruisce attraverso ciò che pensiamo di noi stessi. In effetti, la stima di sé, è un qualcosa che tocca gli aspetti più profondi e intimi della nostra persona, ed è connessa sia al percepirsi come individui competenti – quindi capaci di affrontare la vita, di imparare, scegliere e prendere decisioni adeguate – sia al percepirsi come persone degne di essere amate. E’ per questo che non è innata, ma si forma durante la storia di ogni persona ed è il risultato di una serie di azioni e sentimenti che si verificano nel corso della propria vita. Ogni persona comincia a formare i concetti di sé, cioè il proprio modo di considerarsi e definirsi, in senso più o meno positivo, ad un’età molto precoce. Pertanto se la qualità delle relazioni primarie ha un peso fondamentale per la costruzione della propria autostima, è vero anche che difficilmente l’immagine che ciascuno ha di sé, rimane fissa e immutabile durante il cicli della propria vita. Fortunatamente (o sfortunatamente nel minore dei casi) essendo l’autostima soggetta a modificazioni, sia per le esperienze che di volta in volta si fanno, sia per la qualità delle relazioni che si intrecciamo con persone significative, è possibile modificare e aumentare la propria autostima.

 

Autostima: le cose da fare per aumentare la propria autostima

Come si può aumentare l’autostima? Avere una bassa stima di sé può divenire un problema, ma come tale può essere anche risolto. Devi capire però, che la maggior parte delle volte il solo silenziare il malessere che vivi, o trovare un’efficace soluzione non è abbastanza. Compreso e gestito il problema reale, è utile intervenire con un training sulle proprie abilità cognitive e comportamentali. Questo è un passo d’obbligo per iniziare ad avere maggiore stima verso se stessi, e può essere fatto grazie ad un percorso psicologico per aumentare l’ autostima. Alcuni punti su cui iniziare a portare consapevolezza potrebbero sicuramente essere le aspettative che ognuno ha verso se stesso, i propri modelli di riferimento e la raggiungibilità di essi in riferimento alla propria persona, la qualità delle relazioni sperimentate nella prima infanzia o durante gli anni a venire, il proprio ambiente sociale, lavorativo, affettivo, etc. Questi sono alcuni imput su cui iniziare a lavorare per aumentare la propria autostima. E’ importante ricordare come e quanto la stima di sé è suscettibile di modifiche; non rimane costante nel tempo e può essere incrementata e sostenuta in modo da diventare un elemento funzionale al nostro star bene con noi stessi e gli altri. Ricorda, l’autostima è anche imparare ad amare errori, imperfezioni e limiti.

Autostima San Donà di Piave – Dr.ssa Giada Ave Psicologa Formatrice

 

 

Ave Giada psicologo San Donà di Piave Contatti