Attacco di panico: difficoltà respiratoria, paura, ansia, tachicardia, vertigini: cosa mi sta succedendo?

Riscontrabili soprattutto nella tarda adolescenza o intorno ai 30 anni e diagnosticati più spesso alle donne, gli attacchi di panico vengono oggi considerati una reale condizione medica e non più un semplice segnale di nervosismo o stress. Un attacco di panico è un episodio improvviso, pauroso, che provoca, in che ne è protagonista, delle gravi e intense reazioni fisiche. Infatti quando una persona vive un attacco di panico, non solo è molto spaventata, ma nel verificarsi, pensa e sente di perdere il controllo del proprio corpo, lo associa ad un attacco di cuore o addirittura alla morte.

Attacco di panico San Donà di Piave

 

 

Attacco di panico: i sintomi

Come si riconosce un attacco di panico? Un attacco di panico normalmente, può essere riconosciuto dai sintomi somatici e cognitivi che lo caratterizzano, ad esempio l’improvvisa ed intensa paura, ansia, palpitazioni, sudorazione, tremore, sensazione di soffocamento, paura di perdere il controllo o di impazzire, instabilità, etc. Quando mi descrivono un attacco di panico, qualsivoglia paziente, segue sempre un modello costante: “Dottoressa pensavo di morire! Mi mancava l’aria, il cuore mi batteva forte, una paura allucinante e indescrivibile… Non riuscivo a controllarmi, tantissimi pensieri nella mente, non capivo cosa stava accadendo”. Chi vive un attacco di panico, lo descrive come un’esperienza terribile, improvvisa, inaspettata, e la paura di un nuovo attacco diventa subito viva, forte e dominante nella nostra mente. Quest’ultima, infatti, traduce l’esperienza dell’attacco di panico quale paura di aver paura, portando la persona a vivere delle trappole mentali che incrementano il senso di insicurezza e aggravano la posizione stessa. Cosa succede quindi? Più tenti di ridurre il malessere, più questo incrementa.

Elenco di seguito i sintomi da attacco di panico:

  • Elevato battito cardiaco
  • Sudorazione
  • Tremore
  • Mancanza di fiato
  • Iperventilazione
  • Brividi
  • Vampate di calore
  • Nausea
  • Crampi addominali
  • Dolore toracico
  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Debolezza
  • Gola che stringe, possibile difficoltà nel deglutire
  • Senso di morte imminente

Durante un attacco di panico, possono presentarsi pochi o molti dei sintomi descritti sopra. Solitamente L’attacco inizia di colpo, in qualsiasi momento, senza preavviso e raggiunge il picco entro 10 minuti e dura circa mezz’ora. Dopo questo momento ed esperienza, si può avvertire un senso di stanchezza e spesso, nella propria mente, nasce la paura di avere un altro attacco. Capita, a volte, di temere così tanto di fare esperienza di un altro attacco, da evitare tutte le situazioni, luoghi, uscite, interpretate potenzialmente pericolose. Altresì, a seconda della frequenza, si può avere una condizione chiamata disturbo di panico: gli episodi possono interferire notevolmente con la propria esistenza, al punto da mettere in pericolo la propria vita o quella altrui.

 

Attacco di panico: cause

Ogni attacco di panico, ma anche lo stesso stato ansioso, porta una profonda crisi nella persona, sia a livello psicologico che fisico. Non si conoscono con certezza le cause degli attacchi e dei disturbi di panico, ma possono incidere su di essi i seguenti fattori: genetica, stress, possibili modifiche nel funzionamento di determinate parti del cervello. Alcune importanti ricerche sugli attacchi di panico, suggeriscono che la risposta naturale fight-or-flight (combatti o fuggi) del corpo al pericolo, svolge un ruolo importante negli attacchi di panico. Ad esempio, se una tigre vi corresse incontro, minacciosa, il vostro corpo reagirebbe istintivamente: la frequenza cardiaca aumenta e la respirazione accelera preparando il corpo ad una situazione di pericolo per la vita. Molte delle stesse reazioni si verificano in un attacco di panico, anche quando non sono presenti evidenti situazioni di pericolo.

 

Attacco di panico: rimedi e cure

Come sai o avrai compreso, un attacco di panico influenza significativamente la qualità della vita di una persona ma un adeguato trattamento farmacologico, psicoterapico o inerente tecniche di rilassamento, può aiutare a prevenire, controllare e curare gli attacchi. Il trattamento per gli attacchi e i disturbi di panico è, di norma, molto efficace ed ha come obiettivo quello di eliminare tutti i sintomi legati agli episodi. Con una cura corretta, molte persone sono finalmente in grado di riprendere le attività quotidiane. Spesso però, senza l’aiuto di uno specialista, è difficile gestire le crisi, in quanto il problema si complica proprio in virtù di ciò che viene fatto per tentare di risolverlo, le così dette tentate soluzioni.

Ricorda, ogni attacco è un nemico pauroso e minaccioso, ma non è invincibile se ti fai aiutare da uno specialista nella cura dell’attacco di panico.

Attacco di panico San Donà di Piave – Dott.ssa Giada Ave Psicologa

 
Ave Giada psicologo San Donà di Piave Contatti