La paura dell’abbandono è una trappola mentale

La paura dell’abbandono è una delle paure più arcaiche e antiche del genere umano. Il timore di rimanere soli, senza nessuno che possa prendersi cura di noi, crea diversi disagi nel momento in cui ci condiziona la vita affettiva e la nostra vita relazionale. Fondamentalmente, questo tipo di paura, permane nel timore di rimanere soli, nell’affrontare in solitudine le esperienze e i momenti complessi ai quali la vita ci espone. la paura dell’abbandono inoltre, si manifesta con la costante e incessante paura di poter perdere la persona con cui si condivide la quotidianità, la persona amata e di conseguenza di rimanere privi di qualsiasi legame importante.

 

La paura dell’abbandono. La paura dell'abbandono è una delle paure più grandi. Dr.ssa Giada Ave, Psicologa San Donà di Piave, Tel. 3484320654

 

La paura dell’abbandono è una trappola mentale

La paura dell’abbandono è una trappola mentale, che si concretizza con la paura reale o presunta, di una interruzione di un contatto emotivo. E’ una trappola in quanto la costante convinzione che la persona, a noi più cara, possa lasciarci in qualsiasi momento può divenire una vera e propria ossessione. Può farci sentire vulnerabili, indifesi, esposti ai rischi, pieni di solitudine, al punto da non trovare più felicità nel proprio quotidiano. Questa convinzione di estrema solitudine si enuncia e si manifesta soprattutto nelle relazioni affettive, esasperando le manifestazioni emotive più semplici, mettendo in atto una serie di comportamenti che anziché portare all’avvicinamento della persona amata, inevitabilmente la allontanano.

La paura dell’abbandono: come e quando nasce

I fattori determinanti tale patologia sono la propria biologia e l’ambiente relazionale in cui cresciamo. Difatti crescere in ambienti instabili emotivamente e costellati da perdite o abbandoni, predispone la persona a vivere tale paura. Sicuramente però, è possibile arginare la paura dell’abbandono. Familiarizzando e rendendosi consapevoli dell’esistenza di tale vulnerabilità, la si può contenere affinché non porti a vivere la vita quotidiana sempre in ansia e in sofferenza.

Inoltre, indagare le circostanze infantili che possono aver portato alla nascita della paura dell’ abbandono, aiuta a capire in che modo spiegare le odierne paure che viviamo e lasciarle andare per sempre.

 

SEGUI I MIEI POST GIORNALIERI SU INSTAGRAM

Ansia e paura, Psicologo San Donà di Piave, Dr.ssa Giada Ave

Rabbia: a cosa serve la rabbia e l'aggressività? Psicologo Dr.ssa Ave. La rabbia è una difesa primordiale, e la utilizziamo quando vogliamo difenderciAnsia e disturbi d'ansia: 3 cose da sapere. Psicologo Dr.ssa Ave. L'ansia è uno stato psichico che porta un messaggio, da tradurre per essere sereni.