Amore e autostima: la paura di non esser degni d’amore

Quando trattasi di rapporti ed emozioni, l’autostima riveste sempre una grande importanza. Nell’ambito delle relazioni intime, infatti, non è difficile cogliere la lieson esistente tra autostima ed amore. Non c’è ostacolo più grande alla felicità sentimentale della paura di non essere degni dell’amore e di essere predestinati a soffrire. Queste, sono le paure più profonde che danno luogo, nella persona, a profezie che finiscono per avverarsi grazie a se stesse. Devi sapere che quando hai un elevato senso di efficacia e ti percepisci come “valore”, vivi te stessa come degna di essere amata, pertanto sarai in grado di apprezzare e amare gli altri, nel caso contrario ti auto-saboterai.

 

Amore e autostima - Dott.ssa Ave Psicologa

 

 

Amore e autostima: l’ostacolo più grande

Non c’è ostacolo più grande alla felicità sentimentale, della paura di non essere degno di essere amato e di essere predestinato alla sofferenza. Proprio così, spesso le persone che vivono una bassa stima di sé, sentono l’emozione o lo stato di felicità, come qualcosa che crea loro momenti di ansia, in quanto incapaci di incanalare quella specifica forma di amore. Medesima cosa avviene verso il proprio partner, ovvero vi è una grande difficoltà nel dare fiducia alle capacità e al valore del compagno, al punto da non riconoscerle o apprezzarle.

 

Avere una bassa autostima: cosa accade a livello inconscio, nella tua mente

Quando incontro una persona che ha bassa autostima, molte volte durante le consulenze o la terapia, quando mi chiede aiuto e racconta la sua esperienze, si evince subito il poco rispetto e il mero apprezzamento che ha verso se stessa. Questi pensieri accrescono nel paziente idee di essere poco importante e di non avere nulla da dare all’altro. In questo caso emerge il senso di pochezza, e quindi il poter condividere, nel rapporto amoroso, solo le proprie necessità insoddisfatte. Questo, con il tempo, porta a sviluppare impoverimento emotivo.

 

Amore e autostima: impoverimento emotivo e ricerca del partner

Nell’impoverimento emotivo, la persona non tende a vedere gli altri essenzialmente come fonti di approvazione o disapprovazione e tantomeno li apprezza per quello che sono di diritto.

Quindi cosa vedo nel rapporto e nella scelta del partner? Solo quello che la persona può fare o non fare per me. Non sarò mai in cerca di persone da poter ammirare o con cui condividere eccitazione e avventura, crescita, progetti sensati, bensì l’attrazione arriverà verso persone che rimangono colpite dal mio personaggio, che non condanneranno il mio modo di vivere. In questo modo, la capacità di amare rimane bloccata, sottosviluppata, al punto che ogni tentativo di sviluppare una relazione sarà un ripetuto fallimento. Quando non ho autostima, non mi sentirò degno di essere amato, e sarà difficile credere che qualcun altro possa provare amore per me. Potrò ripudiare consciamente la sensazione di non essere degno d’amore, ritenendomi persona amabile e meravigliosa, ma la scarsa considerazione inconscia diverrà una mina vagante che farà saltare in aria i rapporti, portandomi ad auto-sabotare ogni relazione, e per la paura segreta di essere predestinato a soffrire, sceglierò qualcuno che inevitabilmente mi respingerà o abbandonerà. 

Amore e autostima – Dott.ssa Ave Psicologa

Istagram Ave Giada Psicologia

Aumenta l'autostima: il primo passo è l'azione - Psicologa Ave